• a cazzo di cane

    anche alla cazzo di cane

    1

    Fare qualcosa "a cazzo di cane" significa agire in maniera approssimativa o casuale, che se ne abbia la consapevolezza o meno.

    Cfr. a come viene, a minchia

    Esempi

    • Mio zio mi ha dipinto la stanza proprio a cazzo di cane e ora le pareti sono di un colore irregolare.

    • Era indeciso tra qualche marca di birra comprare, quindi ha chiuso gli occhi e ne ha scelta una a cazzo di cane.

    • René: «Il personaggio, Serpentieri… me lo molli un po'. Lei non ha visto la differenza tra lei e gli altri due attori?»

      Serpentieri: «Eh sì, c'è una differenza, diciamo… anagrafica.»

      René: «Appunto. Lei me li fa risultare due cani, questi due. Eh-eh-eh. Molli, cerchi di mollare un po', capito? Lei pensi ad altro: pensi a casa sua, sua moglie, alla spesa, al tempo. La faccia, se mi permette… a cazzo di cane. Li ha visti Corinna e Stanis? Eh, come loro! A cazzo di cane. E funziona.»

      – Dialogo tra René Ferretti e Orlando Serpentieri nella serie televisiva "Boris" (stagione 1, episodio 2 "L'anello del conte")

Aggiungi una definizione