• sgamo

    1

    Attività "illecita" praticata in modo consapevole e volontario, che porta, ha portato o porterà in futuro alla scoperta della stessa, e dunque alla perdita della segretezza che ne rende possibile l'attuazione senza incorrere nelle conseguenze derivate dalla violazione de la norma in questione.

    Se usata in riferimento ad una possibilità futura, ci si intende riferire ad un intento di azione, la cui messa in pratica ha probabilità troppo elevata per giustificarne, ne non la sua messa in pratica, il modo. Spesso, ma non sempre, tale esito è considerato dal senso comune come autoevidente in modo tanto plateale, da connotare il soggetto della azione stessa come sprovveduto, stolto, ingenuo o spericolato. Ciò vale sia in contesto amichevole o con intento affettuoso-scherzoso, che in caso di giudizio negativo e disapprovazione morale (in questo senso si può anche aggettivare una persona : "quel tale è sgamo" in un determinato insieme di attività, normate in senso contrario al suo comportamento).

    L' attività illecita in questione non si riferisce nello specifico ad ogni atto contrario alle norme del diritto; ma a qualsiasi azione non consentita da una norma, sia essa morale, religiosa, concordata relazionalmente con uno o più soggetti - in maniera esplicita o tacita; a livello formale o informale; seguita per costume, usanze, cultura di appartenenza, scelta ideale, interesse veniale o subordinato ad altro interesse (per esempio: mantenimento del lavoro, della famiglia, di una relazione, etc); ma anche obbligo o aspettative propri o altrui, etc.

    Cfr. sgamare

    Esempi

    • Che sgamo di messaggio mi hai mandato.

    • È sgamo fumarsi una canna davanti alla stazione dei treni.

    Reg. Lombardia
  • sgamo

    2

    Tiro di sigaretta o spinello.

    Esempi

    • Non finirla, lasciami uno sgamo.

Aggiungi una definizione